800 907 398 Preventivo


Il Bonus casa comprende interventi di ristrutturazione edilizia, quali: 

  1. manutenzione ordinaria condominiale
  2. manutenzione straordinaria del singolo appartamento
  3. opere di restauro
  4. caldaia e fotovoltaico
  5. ristrutturazione bagno
  6. bonus mobili elettrodomestici

116530640 2914658181979531 9099933476570398778 n

Chi ha diritto alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni:
il proprietario o il nudo proprietarioil titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)

  1. l’inquilino o il comodatarioi
  2. soci di cooperative divise e indivisei
  3. soci delle società semplici
  4. gli imprenditori individuali solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

La detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e purchè le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. La detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che usufruisce della detrazione.

La condizione di “convivente” o “comodatario” deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori. Per chi acquista un immobile sul quale sono stati effettuati lavori che beneficiano della detrazione, le quote residue del "bonus" si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti.La detrazione fiscale sulle ristrutturazioni spetta anche a chi esegue i lavori in proprio, però solo per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Legge di Bilancio 2020 ha prolungato la detrazione fiscale per le ristrutturazioni nel 2020 al 50%, con un limite massimo di spesa di 96.000 €.  
La procedura della cessione del credito, ed è questa la vera novità, potrà essere seguita anche per il bonus facciate al 90% e per tutti gli altri interventi edilizi per i quali è prevista la detrazione del 50% , come per l’Ecobonus 65% in caso di risparmio energetico, comprese le vecchie rate non ancora utilizzate.

Il ddl Rilancio consente infatti di trasformare la detrazione fiscale in un credito d’imposta, che diventa cedibile ad altri soggetti, banche comprese, e non solo a chi esegue i lavori.

Si potrà ottenere quindi anche in questo caso un sconto in fattura, o cedere i crediti alle banche.

 

 

 

images

BONUS CASA 50%

ECOBONUS  50% 65%

SUPERBONUS 110%

 

Ricerca nel sito

Ricerche frequenti: