800 907 398 Preventivo

Per Superbonus 110% si intende l’agevolazione fiscale prevista dal nuovo Decreto Rilancio (decreto-legge 34/2020 c.d. - convertito nella legge n. 77/2020) consistente nella possibilità di detrarre dalle imposte il 110% delle spese sostenute per il rinnovamento energetico degli edifici, e per l’adeguamento sismico degli stessi.

Prima del decreto rilancio, esistevano già due analoghi incentivi fiscali: il c.d. eco-bonus, e il c.d. sismabonus, e consentivano di detrarre una parte delle spese sostenute per il miglioramento degli edifici.

116231776 2914668305311852 8226004356117329464 n

Il decreto Rilancio ha innalzato l’importo della detrazione al 110%, aprendo la possibilità di finanziare per intero la spesa per alcuni tipi di ristrutturazione mediante l’abbattimento delle imposte dovute allo Stato sull’IRPEF, purché gli interventi realizzino determinati standard di valorizzazione degli immobili. il superbonus prevede lavori trainanti e trainati.Per lavori trainanti si intendono quelle opere di miglioramento energetico necessari per usufruire del bonus, quali:

  • cappotto termico
  • sostituzione impianto di climatizzazione invernale
  • adeguamento sismico


Accanto a questi interventi trainanti, beneficiano della detrazione, se compiuti unitamente a uno degli interventi sopra descritti, anche i c.d. interventi “trainati”.

Si tratta degli interventi già previsti dall’art. 14 del D.l. 63/2013. Sono interventi trainati:

  • l’installazione di pannelli solari e di sistemi di accumulo integrati.
  • l’installazione di colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli elettricila sostituzione degli infissi.
  • apparecchi ibridi pompa di calore più caldaia a condensazione


Chi ne puo' usufruire?

  • i condomìni
  • le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • gli istituti autonomi case popolari (Iacp), comunque denominati
  • nonché gli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti
  • istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di "in houseproviding"

 

In particolare, la detrazione spetta per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà o gestiti per conto dei Comuni, adibiti a edilizia residenziale pubblica. Per tali soggetti il Superbonus spetta anche per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

La detrazione spetta per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.

Le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (di cui all’articolo 10, del decreto legislativo n. 460/1997), le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri di cui alla legge n. 266/1991, e le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali e delle provincie autonome di Trento e Bolzano, previsti
dall’articolo 7 della legge n. 383/2000 

Le associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte nel registro istituito ai sensi dell’articolo 5, comma 2, lettera c), del decreto legislativo n. 242/1999, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi. 
La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base ad un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio. Si tratta, in particolare, del proprietario, del nudo proprietario o del titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), del detentore dell’immobile in base ad un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, regolarmente registrato, in possesso del consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario nonché dei familiari del possessore o detentore dell’immobile.


Che condizioni si devono rispettare per ottenere la detrazione?

Gli interventi del c.d. eco bonus, finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio, devono comportare il miglioramento energetico di almeno due classi. Il miglioramento deve essere attestato dal rilascio dell’APE (attestato di prestazione energetica) prima dell’intervento e dopo.

Gli interventi di isolamento termico in particolare dovranno rispettare i requisiti fissati da apposito decreto ancora da emanarsi (in attesa del decreto, si applicano i requisiti previsti dai decreti 19/02/2007 e 11/02/2008)

Gli interventi del c.d. sisma bonus, finalizzati all’ adeguamento antisismico dell’edificio, devono comportare il miglioramento di almeno una classe.

Gli interventi c.d. trainati possono beneficiare della detrazione solo se compiuti unitamente a uno dei tre interventi trainanti.

Gli interventi trainati se compiuti unitamente ad uno o più interventi trainanti in ambito energetico, devono determinare il miglioramento di almeno due classi energetiche o comunque arrivare alla classe energetica più alta.

Gli interventi trainati danno diritto alla detrazione anche senza essere legati ad un intervento trainante, per gli immobili vincolati per i quali non sia possibile compiere gli interventi edilizi trainanti, a causa di limitazioni derivanti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio o da regolamenti edilizi ed urbanistici e ambientali.

L’agevolazione fiscale spetta per i lavori realizzati dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. 

Il Superbonus al 110% è riconosciuto in cinque rate annuali di pari importo.

Potrà essere ceduto direttamente all’impresa in cambio di uno sconto in fattura, o di una fattura a zero.

Le imprese potranno utilizzare il credito d’imposta per ridurre le tasse o cedere a loro volta il credito alle banche e ottenere quindi immediatamente soldi liquidi. Le modalità attuative arriveranno più in là.

 

 

 

Ricerca nel sito

Ricerche frequenti: